GP di Gran Bretagna

MotoGP 2021. GP di Gran Bretagna a Silverstone. Massimo Rivola: “Non vedo l’ora della prossima gara”

- Ai microfoni di Sky, l’amministratore delegato di Aprilia Racing festeggia il primo, storico podio della Casa di Noale in MotoGP: “Ce lo meritiamo, questa squadra lavora seriamente. E il prossimo GP sarà ad Aragon, la pista di Aleix…”
MotoGP 2021. GP di Gran Bretagna a Silverstone. Massimo Rivola: “Non vedo l’ora della prossima gara”

C’è giusta euforia dentro al box Aprilia, per la prima volta sul podio in MotoGP.

L’amministratore delegato di Aprilia Racing, Massimo Rivola, si gode il momento e mentre sta per andare in diretta a Sky riceve una visita inaspettata: dentro al box Aprilia arriva nientemeno che l’ingegnere Gigi Dall’Igna a complimentarsi con lui.

E’ stato un signore, lo ringrazio: spero ci saranno altre occasioni”.

Poi Massimo si lascia andare.

“Questa squadra sta lavorando seriamente, ci viene riconosciuto: ci meritiamo questo podio. Adesso non vedo l’ora di scoprire come sarà il sapore della prima vittoria, ma dobbiamo continuare a lavorare forte. E non dimentichiamo che adesso si va ad Aragon, la pista di Aleix Espargaro… E’ da venerdì che la moto va particolarmente bene e forse il freddo ci ha dato una mano, il nostro carico aerodinamico ci aiuta. Adesso è tutto bello, non vedo l’ora della prossima gara. E’ un bel messaggio che Aleix manda a Vinales”.

Cosa serve ad Aprilia?

“Il tempo, più che i soldi. Se lavori bene con passione, se crei un bel gruppo, il budget è relativo. La MotoGP è difficilissima e quando sono arrivato sembrava davvero complicato potercela fare. E’ solo un podio, ma è un podio vero, sono molto contento che sia arrivato qui e non in Autria2, quando qualcuno avrebbe potuto dire che sfruttavamo condizioni particolari. No, oggi nessuno ce l’ha regalato, non ci sono state cadute, non ci sono stati eventi strani, ce lo siamo guadagnati. Abbiamo lottato con la Ducati, adesso vediamo come cresceremo in futuro. E martedì Vinales prova la moto, speriamo di poter fare qualche gara con lui”.

Adesso lo puoi dire: all’inizio, quando sei arrivato in Aprilia, ti sei detto: chi me l’ha fatto fare?

“Dopo tanti anni in Ferrari, effettivamente sì, all’inizio ci ho pensato. Ma la voglia di costruire qualcosa di nuovo ha fatto la differenza”.

Hai una dedica?

“A Fausto Gresini. Avevamo promesso che avremmo voluto dedicargli un podio, ci siamo riusciti”.

 

- Francesco Bagnaia: "Mi girano un bel po’"

- Valentino Rossi: “Non sappiamo che pesci prendere”

- Marc Marquez: "Colpa mia, ho chiesto scusa a Martin"

- Aleix Espargaro: "Oggi il podio era mio al 100%"

- Fabio Quartararo: "Penso a divertirmi, non al campionato"

- Alex Rins: "Ho dimostrato che ce la possiamo fare"

 

Segui il commento delle gare di Silverstone con Zam e Livio Suppo IN DIRETTA OGGI ALLE 20:45

Rivivi il GP di Gran Bretagna 2021 sul nostro LIVE

Rivedi il commento delle qualifiche di Silverstone con Zam e Manuel Pecino

Rivedi il commento delle libere di Silverstone con Zam e Paolo Ciabatti, Sporting Director di Ducati Corse

"Troppi fuori di testa nelle gare di moto?", l'editoriale di Nico Cereghini

  • Valentino Masini, Cesena (FC)

    Penso che questo podio possa fare piacere a tanta gente, specialmente agli italiani, una piccola squadra con una grancde storia alle spalle, tagliata fuori dai nuovi regolamenti che di fatto hanno vietato i motori a 2 tempi.
    Sembrava che in campo dovessero rimanere solo le grandi case, poi Ducati è riuscita a vincere un mondiale e con un po di fortuna in più avrebbero potuto essere almeno 2.
    In seguito il timido approccio di Aprilia da molti criticato in quanto sembrava non avessero sufficienti credenziali e pure pochi denari.
    Ciò che non gli mancava di certo (lo hanno dimostrato) era la voglia di fare e pure la capacità di sapere costruire moto da corsa.
    Non avevano una grande esperienza con i motori 4 tempi da Gran Premio ma col tempo tutto si acquisise.
    Ultimo scoglio da superare per una piccola casa come Aprilia, la questione piloti perchè quelli ritenuti più forti preferiscono le case più potenti e le piccole si devono accontentare di ciò che resta, tanto è vero che Aprilia da oltre una stagione ha gareggiato con un solo pilota degno di questa definifione.
    A. Espargaro ha dimostrato un impegno e un attaccamento alla squadra fuori dal normale, credo sia maturato moltissimo ultimamente, grandissimo entusiasmo, domenica ha fatto la gara della vita, chi avrebbe detto che lui con la piccola Aprilia sarebbe stato più competitivo di suo fratello con la grande Honda!
    Aprilia sembra essere una moto senza difetti, un altro scalino e potrebbe essere la spina nel fianco di parecchia gente, ora arriverà anche Vinales che se verrà usato bene come talento non è secondo a nessuno, verranno altre soddisfazioni, se le meritano.

    Valentino Masini
  • robyfax66, Torino (TO)

    Mi è piaciuto l’aplomb di Romano Albesiano e la sua focalizzazione ai prossimi obiettivi.
    Se Rivola e tutta la squadra rimangono umili e concentrati finalmente si può iniziare a raccogliere quanto seminato in questi ultimi 3 anni.
    Spero che Vinales non sconvolga l’armonia della squadra ma ne entri a far parte integrandosi in maniera matura.
Inserisci il tuo commento