MOTOGP DELL'AUSTRIA

MotoGP dell'Austria 2020. Zarco, intervento allo scafoide riuscito. Atteso per oggi dal FIM Panel

- L’organo disciplinare vuole ascoltare la versione dei fatti che hanno portato all’incidente di domenica, dalle conseguenze potenzialmente drammatiche. Una sanzione è nell’aria
MotoGP dell'Austria 2020. Zarco, intervento allo scafoide riuscito. Atteso per oggi dal FIM Panel

Johann Zarco e Franco Morbidelli verranno ascoltati oggi dal FIM Steward Panel, per fornire la loro versione sull’incidente di domenica scorsa in MotoGP

L’audizione funziona così: i piloti potranno essere accompagnati dal un rappresentante della squadra e, dopo aver visionato insieme le immagini, daranno la loro versione a Freddie Spencer (tre volte campione del mondo 500 e Chairman del Pannel), Bill Cumbow e all’altro rappresentante della FIM Ralph Bohnhorst. Nel caso venisse attivato l’appello entrerebbero in gioco anche Frank Vayssié della FIM Circuit e Martin Suchy della Federazione Austriaca.

Molti lettori ci hanno domandato, anche ieri nel live del DopoGP, perché Zarco e Morbidelli non fossero stati ascoltati subito dopo l’incidente e, nel caso fosse emerso il colpevole, questi non fosse stato già sanzionato. Ma il punto è che c’era altro da fare, e soprattutto che entrambi i piloti erano fuori gara e non c’era urgenza.

Da Cadalora a Zam e a Bernardelle, noi tutti siamo del parere che il francese abbia clamorosamente sbagliato, buttandosi in un varco libero e impostando una linea che, in quel curvone, appare sbagliata e addirittura suicida. Per noi è stata una leggerezza da punire assolutamente, ma ci saranno davvero penalizzazioni per Zarco? Bisognerà vedere come il Pannel interpreterà le dichiarazioni delle parti.

La difesa del francese verrà supportata dai dati della telemetria che Avintia ha diffuso ieri e che per la squadra lo assolvono; Zarco ribadirà anche la non intenzionalità, come ha già provato a spiegare di persona a Valentino Rossi e a Franco Morbidelli. Ma non è detto che basti: ha diversi precedenti, quasi tutti i piloti lo disapprovano per la sua irruenza, ma in teoria i giudici hanno il compito di valutare soltanto l’accaduto di domenica senza tener conto dei pregressi.

Ma poi Zarco ci sarà davvero?

Intanto, Zarco è stato operato ieri allo scafoide. Pare sia andato bene l'intervento, effettuato al Policlinico di Modena dal team del dottor Giuseppe Porcellini, il chirurgo ortopedico dei campioni, lo specialista che intervenne a suo tempo sulla spalla di Valentino Rossi e che recentemente, a fine giugno, ha operato anche Dovi dopo il famoso incidente con il cross.

Ovviamenteè ancora in dubbio la partecipazione del pilota Avintia al GP della Stiria

Leggi tutti i commenti 118

Commenti

  • Fortysix, Roma (RM)

    @nane2
    se due piloti si esprimono in maniera opposta hanno l'autorevolezza per farlo e sicuramente lo faranno apportando ragioni all'altezza del loro mestiere anche se contrastanti. E lo stesso vale se un commentatore si esprime dimostrando un certo occhio clinico.
    Altra cosa è leggere "Zarco è stato tamponato quindi ha ragione"... c'è un limite a tutto...

    @pinto215
    se ti riferisci ai commenti di Rossi, non so di che parli, ma penso tu non ti riferisca a lui, anzi scusami... Magari se mi dici chi è il pilota a cui stavi pensando, facciamo prima.

    poi....

    semmai ci fosse qualcuno che avesse problemi di comprendonio nel tradurre le parole del Vale ci provo io anche se ho dei dubbi visto l'analfabetismo funzionale piuttosto diffuso.

    Rossi a caldo dice: "Zarco ha fatto apposta a mettersi davanti al Morbido perchè non voleva essere risuperato avendo il Morbido una staccata migliore. Lui sapeva di avere più motore (Ducati) ma sapeva anche che in staccata era più debole (Yamaha).
    Trovate l'intervista sul Tubo.

    Successivamente, e dopo aver parlato con Zarco, non ritorna sull'intenzionalità di Zarco, di cui rimane convinto, ma cerca di evitargli la crocifissione asserendo che naturalmente Zarco non voleva provocare il disastro, ma che per riuscire nell'intento di cui sopra ha commesso gravi errori di valutazione che nel contesto di uno sport pericoloso come il motociclismo sarebbero da evitare.

    Nessuna ritrattazione, Zarco l'ha fatto apposta... ma purtroppo non è stato capace di farlo come avrebbe voluto. Non è cattivo, non voleva provocare un disastro. Voleva solo fare un sorpasso impossibile.

    Semplicemente raccapricciante... per una persona normale... da non crocifiggere per un pluricampione del mondo.

    Ciao

    p.s. Sopra la panca la capra campa, sotto la panca la capra crepa...
    ogni riferimento è puramente causale e l'ultima parola non è un refuso.
  • ro1976, Torino (TO)

    Io non conosco perfettamente il regolamento...ma sembra un incidente di gara.Zarco ha sbagliato merita uno stop al Gp ,cosi guarisce piu' infretta dall'infortunio, e una bella tirata di orecchie....ste cose non si fanno...
Leggi tutti i commenti 118

Commenti

Inserisci il tuo commento