Piloti

MotoGP. La smentita di Petronas: “Nessuna trattativa con Dovi”

- Già ieri Yamaha aveva ufficiosamente negato, da Razali arriva oggi la smentita ufficiale via FB. La tesi, che arrivava dalla Germania, era legata al possibile ritiro di Valentino alla fine della stagione. Sapremo a Misano?
MotoGP. La smentita di Petronas: “Nessuna trattativa con Dovi”

Dopo le voci circolate ieri, delle quali abbiamo reso conto qui, ecco che arriva dal numero uno del team Petronas, Razlan Razali, la drastica smentita di una possibile trattativa con Andrea Dovizioso: è apparso infatti un messaggio lapidario sul suo profilo Facebook: “Mettiamo le cose in chiaro: non stiamo per nulla considerando Dovi in ottica 2021“.

Le indiscrezioni erano state lanciate martedì pomeriggio da Speedweek e ne abbiamo scritto ieri per onore di cronaca. Dall’ambiente Yamaha, come abbiamo doverosamente annotato, era arrivata una smentita ufficiosa, ma ora questo post di Razali rappresenta una voce ufficiale. Della quale occorre prendere nota. 

L’ipotesi di Speedweek era accompagnata da una analisi sulla situazione di Valentino Rossi, che avrebbe già deciso di fermarsi alla fine della stagione, insoddisfatto del livello delle prestazioni Yamaha, in qualche modo preoccupato dalle nuove gomme Michelin, forse anche spaventato dal rischio corso in Austria quando fu sfiorato miracolosamente dalle moto di Morbidelli e Zarco.

Invece registriamo che oggi, dalla Spagna, viene alimentata l’ipotesi secondo cui il team Petronas annuncerà a Misano l’ingaggio del Dottore: accordo per una sola stagione. Lo farebbe al termine del Gran Premio dell’Emilia Romagna, che è la seconda gara in programma sul circuito di Misano Adriatico per il 20 settembre. Come assicurato a suo tempo da Yamaha, il Dottore avrà a disposizione il materiale ufficiale e il sostegno diretto da parte della casa, e potrà trasferire con sé alcuni tecnici di fiducia dal suo attuale team Factory. Nel caso, sapremo quali.

  • Nick_Farl_4014655, Agugliano (AN)

    sto razali grazie a rossi vive i propri mesi di notorietà
  • Andrea.Turconi, Rho (MI)

    Razali è perlomeno fermo sulle sue convinzioni, ha dovuto prendere Rossi e ma è convinto di puntare su i giovani e che vuole gente giovane... il Dovi non è un giovanotto ....
Inserisci il tuo commento