querelle

MotoGP. Valentino Rossi risponde a Marco Lucchinelli. A muso duro

- Ci dispiace, ma torniamo ancora su questa polemica per il rispetto e l’affetto che ci lega sia a Marco Lucchinelli che a Valentino Rossi
MotoGP. Valentino Rossi risponde a Marco Lucchinelli. A muso duro

Le dichiarazioni di Marco Lucchinelli a La Presse, ripetute in parte anche a noi nell’intervista di ieri al campione del mondo 1981, non sono piaciute a Valentino. Marco e Graziano sono stati amici, a suo tempo, e Lucchinelli è stato per tanti anni un grande estimatore del Dottore. Che ha replicato con abilità e durezza.

“Mi dispiace - ha detto Rossi- che sia Marco Lucchinelli a parlare così, perché è stato un grande amico di Graziano, siamo stati molto amici noi stessi e tutte le volte che lo vedo è super gentile con me. Vorrei dire che mi lecca il c… però magari questo è un brutto modo per dirlo. Non lo so, a un certo punto Lucchinelli ha iniziato a parlare sempre male di me e non ho capito bene il perché. Però alla fine ognuno può dire la sua, anche se naturalmente mi dispiace. Quelli che sono importanti sono i risultati, se riuscirò ad andare forte tutti risaliranno sul carro del vincitore, se non ce la farò continueranno a dire che dovevo smettere qualche anno fa. Io comunque spero solo una cosa, e l’ho detto più volte ad Albi e Uccio: che quando sarò vecchio non diventerò come loro“.

E’ con dispiacere che torniamo sul tema e su questa polemica, che non giova a nessuno, ma lo facciamo per il rispetto e l’affetto che da molti anni sentiamo sia per Marco Lucchinelli sia per Valentino Rossi e la sua famiglia. Marco è così, provocatore e tagliente, diretto e quasi sempre senza freni. Prendere o lasciare: si possono condividere o meno le sue idee, non si può non apprezzare la sua franchezza.

Crediamo però che per Valentino sia inaccettabile sentirsi dire “tu devi smettere” da un ex-pilota e un amico. Può dirlo un passante, un tifoso di un altro pilota, ma non un campione del mondo. Un mito dello sport come Valentino, che si sente di poter dare ancora qualcosa al mondo che ama, non merita parole così dure.

Leggi tutti i commenti 287

Commenti

  • Great Bike Driver, Barga (LU)

    Boh.... in fondo mica è arrivato ultimo e il suo compagno primo.... mi pare che ce ne fossero altri dietro di lui sinora, che, caso mai, devono andarsene prima di lui, no?
  • nocerino_1, Genova (GE)

    Valentino Rossi non ha bisogno di sentirsi dire quello che deve fare, lo sa benissimo lui, per adesso ha una sella in MotoGP e non ha pagato per averla.
    E' lui che decide cosa fare della sua carriera, se offuscarla con prestazioni calanti oppure no, così come ha deciso Luchinelli della sua di carriera con i suoi comportamenti mentre era pilota.
    Luchinelli, se parla da amico, ha un modo particolare di esprimersi ma ha espresso la sua opinione, niente di più.
    Quello che pensano i dirigenti di Iwata non lo si sa e credo che la loro opinione sia più rilevante rispetto a tutte quelle espresse essendo parti in causa, per cui per adesso stiamo a vedere come si evolveranno le cose.
Leggi tutti i commenti 287

Commenti

Inserisci il tuo commento