Test

Test Shimano EP8. Motore elettrico perfetto... o quasi

- Più leggero e più piccolo, ma più potente e progressivo. Il nuovo motore Shimano migliora sotto tanti aspetti, ma ha anche un piccolo difetto... per ora

Il nuovo EP-8 di Shimano è un motore elettrico più piccolo della versione precedente ed è uno di quelli più compatti sul mercato. Prendendolo in mano salta subito all’occhio la qualità del carter motore e anche dei vari connettori, mentre il design è più sottile, arrotondato e meglio concepito in generale, sebbene utilizzi gli stessi punti di montaggio del vecchio motore. Nel complesso è decisamente migliorato è la possibilità di integrazione è drasticamente incrementata. Anche l'interruttore di accensione e il pulsante per regolare le modalità sono stati migliorati diventando così più comodi ed ergonomici.

Come si guida

Il motore, con 85 nm di coppia, sembra più potente della vecchia versione ed è anche maggiormente modulabile grazie alle diverse possibilità di set up tramite la nuova App. La potenza viene scaricata sulla ruota in maniera molto lineare e mai troppo repentina.  Durante la pedalata è diventato più semplice alzarsi sui pedali in salita e il motore regala una sensazione più simile alle bici muscolari e non si sentono mai accelerazioni improvvise come può capitare con altri motori.

A basse velocità e da fermo, il motore risponde più rapidamente e fornisce maggiore supporto. A cadenze più basse di pedalata è più reattivo, soprattutto nelle curve a bassa velocità e quando si cerca più potenza con pedalate decise. L'erogazione della potenza regala la sensazione più naturale che si possa trovare sul mercato.

Quando si supera il limite di velocità, il motore ora è più fluido e ha meno resistenza, ed è più facile ritrovarsi a 30 km/h senza accorgersene. Abbiamo testato questo nuovo sistema nelle più svariate condizioni e nel complesso la nostra valutazione è decisamente positiva, ci è piaciuto molto.

In alcune discese però si sente un fastidioso rumore provenire dal motore come se qualcosa sbattesse all'interno del carter. Quando è in azione invece è uno dei motori più silenziosi sul mercato. Le unità che abbiamo provato durante il test non sono ancora esattamente quelle definitive e ci aspettiamo che Shimano, prima di introdurle sul mercato, faccia del fine tuning così da ridurre il rumore, in piena filosofia nipponica che ha degli altissimi standard di produzione. Prima del lancio, come è già stato annunciato, anche i carter del motore verranno aggiornati.

Come per l’E8000 in precedenza, il software verrà costantemente aggiornato, così come l’hardware che riceverà upgrade durante il ciclo di vita del prodotto, così da migliorare le performance, l’affidabilità e, più in generale, l’esperienza da parte dell’utente finale. L'hardware dell’E8000 è estremamente affidabile, quindi ci aspettiamo che il sistema EP8 lo sia altrettanto e che addirittura lo possa superare.

Applicazione

Notizie molto positive per gli appassionati di tuning poiché la nuova app E-tube offre ai ciclisti la possibilità di intervenire notevolmente sulle impostazioni del motore per assecondare il pilota. Le versioni precedenti erano meno regolabili, la nuova app consente all'EP8 di avere un livello maggiore di messa a punto per adattarsi meglio alla sensazione di guida desiderata dall'utente. Abbiamo utilizzato e provato alcune impostazioni della modalità Trail, che è quella che meglio si adatta al nostro stile di guida.

Controlli / Display e Batteria

I controlli ora sono più facili da usare e inoltre abbiamo trovato più facile connettersi allo schermo con il telefono così da riuscire ad apportare piccole modifiche al set up. Ci piace davvero tanto il display Shimano e, anche se di solito non apprezziamo i display, questo è discreto, facile da leggere da tutti i punti di vista ed è anche facile da utilizzare. Shimano, a nostro avviso, è leader nel mercato dei display LCD per bici. Inoltre rimane in una posizione sicura in quanto è ben protetto. Non abbiamo usato la batteria abbastanza a lungo per avere un'idea chiara delle prestazioni o dell'autonomia della batteria da 630 Wh installata nel telaio.

Conclusione

L'EP8 è un chiaro miglioramento rispetto al vecchio sistema. Una volta che gli aggiornamenti finali verranno apportati al sistema EP8 prima del rilascio sul mercato, questo motore farà drizzare le antenne alla concorrenza e gli utenti finali potranno beneficiare di un’ottima esperienza di guida.

  • JuanP, Foggia (FG)

    La potenza viene scaricata sulla ruota in maniera molto lineare e mai troppo repentina come in un video che ho visto in
  • OsteoRider, Ferrara (FE)

    Alex per caso sai quanto pesa la batteria e quanto costa? ( ad esempio se dovessi portarne una di scorta nello zaino). Nelle prossime tue recensioni, sempre piacevoli e precise, potresti aggiungere anche questo dato, secondo me molto importante?
    Grazie mille e complimenti per la recensione.
Inserisci il tuo commento