fiere

Motor Bike Expo a Verona!

- Motor Bike Expo per il quarto anno va in scena a Veronafiere da venerdì 20 a domenica 22 gennaio: le novità 2012 e il meglio del custom. Oltre a tante belle ragazze e i migliori accessori
Motor Bike Expo a Verona!


La manifestazione, presentata martedì mattina alla stampa del Veneto da Claudio Valente e Giovanni Mantovani, rispettivamente vice–Presidente vicario e direttore generale di Veronafiere, e da Francesco Agnoletto, con Paola Somma ideatore della formula-Motor Bike Expo, apre i battenti al grande pubblico di appassionati.
7 padiglioni (per 73.000 metri quadrati di esposizione al coperto) e 35.000 metri quadrati di aree esterne dedicate agli spettacoli e alle esibizioni. Circa 800 i marchi presenti, provenienti dai cinque continenti.
Sono in bella mostra le ultime novità Ducati, Honda, Kawasaki, KTM, Triumph e Yamaha. Immancabile la presenza dei modelli Harley-Davidson e per chi vuole muoversi in città, degli scooter Peugeot.
Tantissime le special da non perdere: ricordiamo tra queste le moto di Mr. Martini e la Ad Maiora di Tamburini. Girando tra i padiglioni abbiamo visto crescere la presenza di chi vende accessori per moto e abbligliamento custom: un motivo in più per visitare Verona.
Numeroso il pubblico presente sin dal venerdì, segno che questa formula riscuote un grande successo e si pone tra le principali attrattive per il pubblico italiano appassionato di moto.
Fin dalla prima mattina i visitatori, soprattutto in gruppi ed in rappresentanza di tutte le fasce d’età e di tutte le forme di passione per le due ruote, hanno affollato i 7 padiglioni del salone, mostrando grande curiosità sia per il settore custom che per la produzione di serie. 

Ad aprire idealmente i battenti della rassegna, il potentissimo rombo del motore V8 di 5000 cc del super chopper, la moto più grande del mondo, realizzata dalla Regio Design, l’azienda emiliana di Barco di Bibbiano che ha impiegato poco meno di sei mesi per costruire questo “mostro” meccanico, destinato a entrare nel guinnes dei primati e al cui progetto hanno collaborato importanti aziende meccaniche nazionali ed estere.

Fra le tanti, affascinati creazioni italiane ed estere che interpretano la cultura custom, molto apprezzati e ammirati i modelli proposti dalla Headbanger, la casa milanese che è ormai una realtà consolidata a livello internazionale in questo segmento motociclistico.

Ieri pomeriggio ha fatto visita alla fiera, soffermandosi presso lo stand Ducati e compiendo poi un giro dei padiglioni, anche il Presidente della casa di Borgo Panigale Gabriele del Torchio che ha fatto i complimenti agli organizzatori asserendo che “ogni appassionato di moto deve segnare questo evento in calendario”. Del Torchio ha ricordato poi come “Ducati non sia presente al Motor Bike Expo per farsi conoscere ma per condividere con gli appassionati la gioia dei nuovi modelli che la casa propone” ed ha infine sottolineato come Ducati sia in netta controtendenza rispetto al mercato mondiale: “infatti il 2011 è stato l’anno migliore della nostra storia e guardiamo con fiducia al 2012, sperando che anche in Italia si riscopra la voglia di andare in moto”.

Festeggiatissimo Franco Picco che, nell’area Yamaha, ha incontrato la stampa ed i suoi entusiasti estimatori, raccontando le esaltanti vicende dell’ultima Dakar,appena conclusa, che lo ha visto 45° assoluto e 3° della categoria Marathon nonostante una caduta nella terza tappa e due fratture (ad una costola e ad un piede) che non gli hanno impedito di portare a termine la massacrante maratona.


Gli ospiti


Tra gli ospiti non appartenenti al settore delle due ruote, annunciate le presenze della giovanissima cantante Nicole Tuzi, 4.a classificata all’ultima edizione di X-Factor, da molti considerata la vincitrice morale del talent-show televisivo, che domenica si troverà presso lo stand di Breganze, e di Jimmy Ghione, popolarissimo inviato di “Striscia la notizia”, che sabato, in occasione del suo compleanno, sarà ospite dello stand di MS Artrix presso il quale gli sarà consegnata la “Jimmy 64”, una elegante ed aggressiva special appositamente realizzata per lui su base H-D Fat Boy.


Custom

Come detto da sempre il Motor Bike Expo si evidenzia per il grande spazio riservato al custom e anche in questa circostanza ben 4 dei 7 padiglioni sono dedicati a questo segmento, con la presenza dei massimi costruttori e customizzatori mondiali.
Si parte dal popolarissimo Jesse James, che torna al Motor Bike Expo a tre anni dalla sua precedente apparizione. Il leggendario leader della West Coast Chopper troverà una compagnia di altissimo livello formata anche da Arlen e Cory Ness, dai Battistinis, da Russel Mitchell e ancora da Danny Schneider (Hardnine Choppers), Zen Motorcycles, TPJ Custom, Cycle Kraft, Custom Design Studios, Ehinger Kraftrad, DK Motorrad, Fred Kodlin, Peter Penz e Peder Johansson (Hogtech), e da Mondo Porras (Denver’s Chopper), Derk "Bad Dad" Hinsey e suo figlio Jacob e Rick Fairless (Strokers Dallas), questi ultimi quattro ospiti della Federazione Italiana Customizer, fino alla sempre più ampia e qualificata schiera di interpreti italiani del mondo custom.

Sempre nell’ambito della Kustom Culture, da quest’anno spazio anche all’Hot Rod, ovvero alle vecchie auto americane degli anni ’50 profondamente modificate. Il padiglione 5 sarà popolato di fantastiche creazioni in bilico tra nostalgia e futuro e si potrà assistere alla coinvolgente customizzazione live di una Dodge del ’48 eseguita da un gruppo di specialisti sotto la supervisione del fuoriclasse mondiale Alex Gambino.

Da ricordare che il Motor Bike Expo sarà l’unica tappa italiana delle Custom Chrome International Bike Show Series, una delle più importanti competizioni mondiali riservate alle moto custom. Un vero e proprio “concorso di bellezza”, valutato da giudici internazionali, che tiene in considerazione anche le soluzioni tecnologiche e la capacità creativa. Tra gli altri bike show, quello internazionale sul tema Harley-Davidson Blackline, promosso dalla rivista LowRide, e l’inedito Magazine Award che avrà come giudici gli inviati delle più qualificate testate specializzate del pianeta.


Turismo


Altro settore che distingue il Motor Bike Expo è quello turistico: il Motor Bike Travel occuperà uno spazio di maggior rilievo rispetto al debutto del 2011 e, oltre a favorire l’incontro tra i viaggiatori in moto, gli operatori del settore e le strutture ricettive, scandaglierà tutti i campi collegati al mototurismo proponendo, tra l’altro, un’expo concentrata sulla tecnologia al servizio di chi si muove su due ruote. I visitatori troveranno una nuova area interattiva dove potranno scegliere i percorsi mototuristici e abbinarli alle moto touring più gradite. Tra le iniziative anche il concorso “Scoperto con la moto”, foto di luoghi originali o nascosti scoperti viaggiando in moto che premierà le immagini più belle e originali inviate dagli appassionati.


Sport e competizioni


Uno spazio importante sarà riservato allo sport ed alle competizioni, grazie alla presenza di promoter, organizzatori e team; come sempre presentazioni e premiazioni richiameranno l’attenzione del mondo dell’agonismo. Importanti team impegnati a livello mondiale hanno scelto, infatti, la grande ribalta del Motor Bike Expo, per presentare la stagione 2012. Non manca ovviamente la Federazione Motociclistica Italiana che organizza numerosi eventi fra i quali la cerimonia delle premiazioni di tutto il settore velocità, dal CIV ai vari trofei nazionali in programma sabato 21 a partire dalle ore 14.00.
Nella stessa giornata, dalle 16, il Pata Racing Team, svelerà il proprio assetto in vista del mondiale Superbike.


Lo spettacolo nell'area esterna


Infine grande spettacolo nelle aree esterne, grandi come quattro campi di calcio, con stuntman, esibizioni e sfide incrociate su 2 e 4 ruote. Trial indoor e acrobatico, minimotard, freestyle, quad, scooter e drifting auto nel menù delle giornate di sabato e domenica.

  • berzy8290, Verona (VR)

    ... anche qui

    come mai non c'è un'immagine di DUCATI? aveva un mega stand e un'attività continua del club DOC!!!
  • jack2006, Pavia (PV)

    caschi.....NON omologati!

    Condivido con tutti la passione per le personalizzazioni delle nostre beneamate, customizzazioni, ecc. concordo sulla difficoltà o costi proibitivi di omologa di parti speciali e quant'altro....ma trovo INDECENTE e oltretutto FUORILEGGE proporre in un contesto fieristico di questo genere, e da parte di venditori soprattutto ITALIANI, una quantità importante di CASCHI NON OMOLOGATI ! , dichiarato altresì apertamente da questi, e con prezzi oltrettutto spropositati, a partire dagli 80€ in su !! Vada per lo specchietto non omologato che non uccide nessuno, ma vendere prodotti pericolosi per chi li indossa, per un puro e stupido fattore modaiolo, è proprio intollerabile; e non capisco come le Forze dell'Ordine, che tra l'altro ho visto aggirarsi tra gli stand, non abbiano sequestrato questa merce che, se fosse venduta da un normale negozio di accessori, di guai ne passerebbe parecchio!...
Inserisci il tuo commento