Istituzioni

Il Ministro Erika Stefani ha incontrato il Presidente FMI Giovanni Copioli

- Si è discusso dell'importanza dei dispositivi di sicurezza passiva e della prevenzione. La salvaguardia della salute in moto inizia dalla consapevolezza e dall'educazione dei motociclisti
Il Ministro Erika Stefani ha incontrato il Presidente FMI Giovanni Copioli

Il Ministro Erika Stefani ha incontrato ieri nella sede del Ministero per le disabilità a Roma, il Presidente FMI Giovanni Copioli. Il colloquio è il primo di tanti appuntamenti che il Presidente Copioli ha in programma con le più alte cariche istituzionali per discutere del mondo delle due ruote a motore.

Con il Ministro Erika Stefani hanno parlato prima di tutto di sicurezza. La consapevolezza dei rischi connessi alla circolazione stradale che ogni conducente (a due o quattro ruote) deve essere un punto cardine. A questo concetto e a quello di prevenzione si lega l'importanza di utilizzare i dispositivi di sicurezza passiva, che posso fare grande differenza nella gravità delle conseguenze di un incidente. Fondamentale è quindi un’opera di prevenzione e sensibilizzazione, in particolare di educazione stradale per bambini, ragazzi, ma anche per gli adulti che si avvicinano all’uso della motocicletta.

Il Ministro Stefani e il Presidente Copioli prima di concludere l'incontro hanno anche parlato dell’importanza sociale dei Moto Club sul territorio e immancabilmente anche di sport, in particolare di fuoristrada e delle tematiche ad esso connesse.

Il Presidente della FMI Giovanni Copioli, al termine dell’incontro ha dichiarato: “Ringrazio il Ministro Erika Stefani per la cordialità con la quale mi ha ricevuto e per la sensibilità dimostrata verso il mondo motociclistico. Ho potuto constatare nelle sue parole il supporto di una persona appassionata di moto, con la quale spero di continuare un dialogo istituzionale volto a un approfondimento delle problematiche del nostro mondo, con particolare riguardo al tema della sicurezza”.

  • Maxpopo

    Ben fatto, spero anche che abbiano parlato del decreto attuativo che già doveva essere pronto per far riprendere ai motoveicoli storici la targa originale.
    Nonostante la legge di fine anno ancora è inattuabile per il ritardo del decreto che doveva essere emesso dopo 60 giorni.
  • corivorivo, Padova (PD)

    Buon sangue non mente!
    Erika Stefani è figlia di Giovanni.
    Giovanni, è morto durante un rally africano in moto.
    Una famiglia meravigliosa.
    Grande rispetto per Erika e per l'impegno che mette nel suo lavoro.
    Grazie!
Inserisci il tuo commento