Autori

Massimo Clarke

- Il profilo professionale di Massimo Clarke, prestigiosa firma tecnica di Moto.it
Massimo Clarke

Dopo aver lavorato a lungo nell’industria, Massimo Clarke è passato alla divulgazione tecnica e storica collaborando con varie testate e realizzando oltre quindici libri di argomento motoristico per Mondadori, Giorgio Nada editore e Giunti. Tra di essi: Manuale della Moto (del quale esiste anche una edizione inglese), Manuale dell’Auto, Motori a due tempi di alte prestazioni, Moto Morini, Guida alla revisione delle moto storiche.

È vicepresidente della associazione culturale CEMI e membro della commissione cultura dell’ASI. Svolge attività didattica a vari livelli. Di recente è stato il relatore in tre seminari organizzati dalla SAE e svoltisi presso il Politecnico di Torino.

  • Greg2676, Chioggia (VE)

    Buongiorno Massimo.
    Tra i suoi vari libri che ho letto ed apprezzato ho notato recentemente un riferimento storico che mi interessa nell'ambito della descrizione della Breda a pagina 156 del volume "La Moto Italiana". Lei scrive di un volumetto di memorie relative al ciclomotore prodotto in piccola serie nel dopoguerra dalla Breda.
    Potrebbe darmi un riferimento bibliografico completo per poterlo cercare?
    La ringrazio anticipatamente e la saluto con cordialità.

    Pietro Gasparini
  • Valigiaio, Pozzolo Formigaro (AL)

    Buongiorno Massimo,
    (mi permetto di darti del tu perché anni fa abbiamo condiviso strade motociclistiche e... tavole imbandite)
    grazie per la tua rubrica, i tuoi scritti, la tua rivista, mi sono serviti tantissimo!
    Vorrei farti una domanda sull'ultimo motore BMW 1250 e la capacità di trovare un buon rendimento su un così grande arco di regime di rotazione: Si insiste molto (a ragione) sul meccanismo di variazione di fase che la BMW, come del resto altre marche, ha realizzato e a questo si deve la capacità di cui sopra.
    Ma non ho più sentito parlare di un'altra semplice modifica che quel motore presenta: l'apertura non contemporanea delle due valvole di aspirazione. Tale semplice modifica causerebbe l'aumento dell'effetto "swirl" all'interno del cilindro facilitando l'efficacia del riempimento (credo) ..... e se fosse questa semplice "magia" ad apportare miglioramenti di portata maggiore di quanto si pensi?

    ...sto già sognando di andare a Milano da C...&B.... e far rifare le cammes al mio Morinone 1200 dopo aver studiato dimensioni e rapporti adottati la in quel di Monaco....

    Ti ringrazio per esserci,
    Pierpaolo Repetto (il valigiaio)
Inserisci il tuo commento