video folle

Sfida pazza in pista con 3 boxer BMW 1250: GS vs RT vs R! Chi vince?

- Sfide pazze, ci siamo cascati di nuovo! Siamo tornati a Pergusa, dove avevamo messo alla frusta le maxienduro, per fare un altro test. Abbiamo preso le tre BMW Boxer 1250 più vendute (la R1250GS, la R1250RT e la R1250R). Ecco com'è andata!

Sfide pazze, ci siamo cascati di nuovo: giusto il tempo che finisse 'sto benedetto lockdown e siamo volati in Sicilia per un'altra prova completamente inutile. Di quelle che ci piacciono proprio tanto!
Siamo tornati a Pergusa, dove avevamo messo alla frusta le maxienduro. Abbiamo preso le tre BMW Boxer 1250 più vendute (la R1250GS in versione Adventure, la R1250RT e la R1250R), le abbiamo gommate in modo uguale (con le Metzeler Roadtec 01 e Roadtec 01 SE) e ci siamo sfidati tra tester in un giro secco con partenza da fermo.

Infine abbiamo dato a Lillo le tre moto per prendere i tempi e vedere il distacco a parità di pilota. Nel video vi diciamo i risultati cronometrici e vi spieghiamo le differenze in sella. Che ci sono e sono importanti. Le tre moto condividono il motore boxer Shiftcam da 136 cavalli e ben 143 Nm, ma hanno differenze sostanziali a livello ciclistico. La GS è l'unica col 19 anteriore, le altre due hanno un cerchio più stradale da 17 pollici. E sempre GS ed RT hanno la sospensione anteriore Telelever con ammortizzatore centrale, mentre la R adotta una più classica forcella rovesciata. Cambiano i pesi e su strada come in pista le differenze nella guida sportiva sono sensibili.

Ovvio, nessuno comprerà una boxer in base al tempo in pista. Ma, l'abbiamo detto subito, è una prova folle. Però anche e forse soprattutto queste prove estreme fanno venire a galla il carattere delle moto. Nel video sopra trovate le nostre sensazioni accompagnate dai tempi.
Tempi che spoileriamo qui sotto: la R ha rifilato ben 4 secondi alla GS, che a sua volta ha dato solo 3 decimi alla RT.

Giro con partenza da fermo:
R1250R: 2:04.3
R1250GS ADV: 2:08.3
R1250RT: 2:08.7

Ringraziamenti speciali

All' Autodromo di Pergusa e a Metzeler che assecondano con entusiasmo la nostra follia.
A BMW Motorrad Italia, che non ci ha denunciati per uso improprio delle moto.

Foto di Fabio Grasso
Riprese di Daniele Onorato
Editing di Camilla Pellegatta

  • Frank51, La Spezia (SP)

    .....mi chiedo: per quale motivo, ogni volta che si "parla" del GS BMW si devono leggere polemiche inutili e sterili fini a se stesse?
    Ma...ognuno di noi sarà libero di comprarsi la moto che vuole e di USARLA come più gli AGGRADA anche, forse, per andare solo al BAR!!!!
    Tanti criticano i GIESSISTI....ma chi siete voi per SANTIFICARE dal vostro squallido pulpito?
    Godetevi le vostre belle moto, a prescindere dal brand, che di vita....ne abbiamo una sola e soltanto!!!
    Un caro saluto allo staff di Moto.it....
  • Acapulcow, Genova (GE)

    Il problema della GS e della RT sono coloro che la comprano, non tanto la moto in sé.
    La stragrande maggioranza degli acquirenti del boxer BMW sono persone che acquistano lo status symbol, poi in rari casi diventano anche motociclisti, ma in gran parte restano personaggi da bar o guidatori di motocicletta.
    Percorro mediamente 25000 km l'anno in moto, esclusivamente per svago e nei fine settimana per giri mototuristici e nel mio gruppo ci sono decine di possessori di GS ed RT e moltissime se ne incontrano ogni volta e se dovessi dire quanti tra i possessori di questi "pachidermi" che incontro le sanno portare, mi fermerei sulle dita di una mano, in compenso è pieno di gente che fa la ruota magnificandone aspetti dei quali neppure conoscono il significato e più hanno speso in optional costosi e inutili e più lo fanno.
    Statisticamente il possessore di BMW gira con tre parallelepipedi sempre agganciati anche quando non occorre e di conseguenza va in difficoltà nei sorpassi perché sceglie di avere più o meno sempre per le mani un mezzo che ha tutti gli svantaggi dell'auto dal punto di vista degli ingombri e del peso, oppure gira con una sola valigia laterale, il che non migliora le cose dal punto di vista della stabilità, e dell'equilibrio delle masse, solitamente non scala marcia, millantando la coppia del suo motore e tipicamente sceglie il momento peggiore per farlo. Un'altra caratteristica è che quasi mai riesce a restare in mano nelle curve strette, in particolar modo quelle a destra e nell'uscire dai tornanti è invariabilmente contromano. La moto pesa molto di suo e per farla girare bisogna sapere cosa si sta facendo. La conseguenza è che chi li incontra, che sia automobilista o motociclista, deve fare gli straordinari di attenzione alla guida. Certo, ci sono anche motociclisti che hanno tutta la tecnica necessaria per portarle, ma sono davvero pochissimi. Queste moto con tutta l'elettronica, il telelever, il cardano, semplificano di molto la vita a chi le possiede, ma una moto non fa il motociclista esattamente come possedere un'auto sportiva non significa che la si sappia guidare o avere una bicicletta costosa che si sia ciclisti seri. BMW è stata ed è abilissima nel marketing e nell'ungere i meccanismi adatti per creare una moto status symbol per la quale la gente sborsa 25.000€ o più senza fiatare e questo va riconosciuto, ma per me il tutto si ferma a questo.
Inserisci il tuo commento

Nuovo: Bmw R 1250 RT

Vedi tutti
Indietro Avanti

Nuovo: Bmw R 1250 GS Adventure

Vedi tutti
Indietro Avanti

Nuovo: Bmw R 1250 R

Vedi tutti
Indietro Avanti

Usato: Bmw R 1250 RT

Vedi tutti
Indietro Avanti

Usato: Bmw R 1250 GS Adventure

Vedi tutti
Indietro Avanti

Usato: Bmw R 1250 R

Vedi tutti
Indietro Avanti

Confronta moto

Confronta la moto selezionata con quella che vuoi, sia nuova che uscita dai listini.

Ad esempio puoi confrontare la moto che desideri acquistare con quella da te posseduta in questo momento e vedere le differenze.

Confronta